venerdì 24 gennaio 2020
Settore giovanile
Juniores pronta a ripartire, il punto con mister Brunori

Sarà la Juniores Elite ad uscire per prima dal consueto letargo invernale. Nella 1^ giornata del girone di ritorno, in programma sabato 25 gennaio, i ragazzi di Cristian Brunori (dopo aver chiuso il 2019 a quota 18 punti, frutto di 5 successi, 3 pareggi e 5 sconfitte) ospiteranno la Benacense, fanalino di coda del torneo con 4 punti.

Mister Brunori, per lei è il primo anno a Mori dopo una lunga esperienza nella Leno. Come si sta trovando? Si è inserito velocemente nello staff tecnico? "Sì. Mi sto trovando bene, l’ambiente è ideale e stimolante per fare bene. La collaborazione con la prima squadra non può che essere d’aiuto. Mister Zoller, compaesano e amico di lunga data, è molto disponibile ed è un pozzo di conoscenza cui attingere spesso. Con tutto lo staff si collabora al meglio per un’ottimale raggiungimento degli obiettivi. Senza dimenticare i dirigenti cui va un particolare ringraziamento: non fanno mancare niente".
La squadra Juniores ci aveva abituato fin troppo bene con vittorie su vittorie negli ultimi anni. In questa stagione si è ripartiti con un lavoro più complesso, ma stimolante, per compattare un gruppo che sta crescendo. Ci fa un primo bilancio? "Sapevo che sarebbe stato difficile ripetere i risultati degli ultimi anni. La squadra è giovane e da amalgamare in quanto alcuni atleti non erano qui a Mori. Questi due fattori, in primis, ci hanno fatto partire con il freno a mano tirato, lasciando per strada 5-6 punti che farebbero comodo. Abbiamo perso 5 partite tutte di misura, rischiando di vincere qualcuna di queste, pagando con un po’ di inesperienza. Adesso, però, i ragazzi stanno trovando la loro dimensione, assetto e fiducia nei propri mezzi che ci fanno ben sperare".
Durante la sosta s'è lavorato sodo. L'obiettivo sarà raccogliere più punti ed esprimere un gioco più efficace nel ritorno: quale aspetto, nello specifico, le piacerebbe cercare di migliorare nel corso del 2020? "Siamo rimasti fermi poco e la ripresa è stata interpretata nei migliori dei modi dai ragazzi. Bisognerà lavorare sull’intensità e sullo spirito di squadra per fare tutto un altro campionato di ritorno. Tante volte il valore aggiunto è proprio l’unione e lavorare insieme per un unico obiettivo".

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,109 sec.
Cerca Notizie

Inserire almeno 4 caratteri