mercoledì 12 febbraio 2020
Settore giovanile
Il punto sulla stagione degli Allievi con mister Debiasi

Dopo il pari interno contro il Mezzocorona - terzo risultato positivo nelle ultime quattro gare - abbiamo incontrato il tecnico Mauro Debiasi per analizzare l'annata vissuta fino a qui alla guida dei suoi Allievi Elite. Una prestazione incoraggiante, sul sintetico di via Lomba, che ha confermato la continua crescita intrapresa dalla formazione tricolore. Dopo un avvio di stagione in salita, infatti, i gialloneroverdi di Debiasi hanno cambiato marcia staccando prima il "pass" per il girone unico Elite e poi risalendo la graduatoria comandata dal Trento. "La categoria Allievi è sempre stimolante e bella da allenare - spiega Debiasi, tornato all'ombra di Montalbano dopo le esperienze con Sacra Famiglia, Nago Torbole e Alense -, ma serve tanta motivazione per trovare continuità di gioco e risultati. Domenica scorsa, ad esempio, abbiamo rimontato due volte il Mezzocorona a dimostrazione che il gruppo ha un bel carattere, ma ancora interessanti margini di miglioramento. C'è grande educazione e voglia di imparare in ogni allenamento".

Mister Carcio, è il suo terzo ritorno al "Comunale" nelle vesti di allenatore, è ormai una seconda casa? "In passato non sono mai andato via a causa di problemi con la società, anzi. C'era soltanto la mia volontà di fare nuove esperienze e mettermi in gioco su altri campi. Con il vicepresidente Maurizio Colpo c'è un forte rapporto d'amicizia e durante l'estate scorsa sono stato felicissimo di avere la possibilità di fare nuovamente ritorno a Mori. Una società ambiziosa dove non manca nulla per lavorare bene e con serenità grazie ad una gran quantità di dirigenti sempre presenti e disponibili".

Da segnalare, inoltre, che nel girone di ritorno sono sbarcati in Prima Squadra due Allievi del 2003. "Esattamente. C'è parecchia soddisfazione e senz'altro per entrambi - Passerini e Benedetti - sarà una bella occasione per misurarsi con giocatori di grande personalità conoscendo da vicino il campionato di Eccellenza. Nelle gare di Coppa Italia, inoltre, hanno potuto esordire altri due Allievi: Baldo e Rosà. Con il tecnico della Prima Squadra, Davide Zoller, c'è un ottimo rapporto di collaborazione e costante confronto. Vederlo lavorare pure con i Primi Calci certifica una forte e proficua sinergia fra grandi e piccini".

Meglio allenare ragazzi-bambini oppure adulti? "Sono due situazioni completamente diverse ed ugualmente stimolanti. Le prime squadre danno più visibilità - conclude il trainer lagarino -, ma resta e resterà sempre fantastico vedere i miglioramenti raggiunti in poche settimane da alcuni Pulcini che imparano i primi concetti tecnici e tattici".

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.
Cerca Notizie

Inserire almeno 4 caratteri